Comune di Marano Vicentino

Comodato Gratuito IMU 2016

IMU 2016 - novità Comodato Gratuito.

La Legge di stabilità 2016 ha interamente rivisto la disciplina degli immobili ad uso residenziale concessi in comodato d’uso gratuito. La nuova norma prevede la riduzione del 50% della base imponibile IMU, solo in presenza di precise e specifiche condizioni.
 
In Particolare:
 
  • Il comodante (cioè chi concede in comodato l’immobile) può essere proprietario nel territorio nazionale del solo immobile dato in comodato oppure, può possedere un solo altro immobile che deve essere adibito a sua abitazione principale. Ciò significa che il soggetto deve avere, in quest’ultimo immobile, la residenza anagrafica e la dimora abituale. I due immobili devono trovarsi nel comune di Marano Vicentino;
  • Il comodatario (cioè chi riceve in comodato l’immobile) dovrà utilizzare il fabbricato come sua abitazione principale (quindi  essere anagraficamente residente e dimorante abitualmente);
  • il possesso da parte del comodante di immobile non abitativo, come ad esempio un terreno agricolo o un deposito oppure un capannone, non comporta l’esclusione della riduzione. Solo il possesso di ulteriori immobili abitativi cat.A), anche se in comproprietà, comporta la decadenza dal beneficio;
  • In caso di immobile in comproprietà, la riduzione vale solo per chi possiede i requisiti soggettivi precedentemente indicati;
  • Oggetto del comodato deve essere esclusivamente un fabbricato ad uso abitativo classificato in categoria catastale A (ad eccezione delle tipologie A1, A8 e A9) e l’eventuale pertinenza C2, C6 o C7;
  • Il contratto di comodato per poter usufruire della riduzione di cui sopra dovrà essere stipulato esclusivamente tra genitori e figli o viceversa (parentela di primo grado in linea retta);
  • Il contratto di comodato può essere redatto in forma scritta ed essere registrato presso l’ufficio dell'Agenzia delle Entrate entro 20 giorni dalla stipula. Deve contenere  le generalità dei contraenti, la descrizione catastale dell’immobile (categoria A) e delle eventuali pertinenze date in uso gratuito (categorie C2-C6-C7), la decorrenza e la durata (possibile anche a tempo indeterminato);
  • Il contratto di comodato può essere redatto anche in forma verbale, va comunque registrato per fruire della presente agevolazione.
Si fa presente che:
 
  • La registrazione del contratto comporta il versamento dell’imposta fissa di registro di euro 200,00 oltre, nel caso di contratto in forma scritta, ad una marca da bollo da 16,00 euro per ogni quattro pagine;
  • la richiesta di registrazione, da presentare all’Agenzia delle Entrate, avviene mediante modello 69 previo pagamento dell’imposta di registro tramite il modello F23. Entrambi i moduli sono scaricabili dal sito dell’Agenzia delle Entrate;
  • I comodati già in essere al 31 dicembre 2015:
  1. nel caso di possesso dei requisiti di cui alla Legge di Stabilità, come sopra specificati, hanno diritto a mantenere l’aliquota agevolata prevista nel 2015 ed inoltre possono beneficiare dell’abbattimento del 50% della rendita catastale;
  2. nel caso di non possesso di tali requisiti mantengono solo l’aliquota agevolata.
 
Per beneficiare della riduzione per l'immobile concesso in comodato, ciascun proprietario deve attestare il possesso dei requisiti al Comune tramite presentazione di apposita dichiarazione come da modello reperibile sul sito del Comune di Marano Vicentino e corredata dal modello di registrazione rilasciato dall’Agenzia delle Entrate.
 
N.B.: Dal 2016, per poter fruire del dimezzamento della base imponibile, il comodante dovrà presentare la dichiarazione IMU entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello di riferimento.
 
Per contatti e chiarimenti l’ufficio tributi del Comune rimane a disposizione: telefono 0445 598818-598816, emailtributi@comune.marano.vi.it”   o mediante  posta certificata  “maranovicentino.vi@cert.ip-veneto.net
 

Orari Comune di Marano Vicentino e numero tel. : vedi Apertura al pubblico degli Uffici


 


Dichiarazione di comodato d'uso gratuito 2016 
 
Modello 69 agenzia Entrante richiesta di registrazione 


Regolamento IMU.