Comune di Marano Vicentino

Stemma del Comune

Lo Stemma comunale

  

Il nome del paese ha origini antichissime, risalenti al tempo dei Romani. La data della fondazione viene ipotizzata tra il 103 e il 150 a.C.
In epoca medioevale, la presenza della famiglia Da Marano coinvolse il paese nelle lotte tra guelfi e ghibellini nella prima metà del XIII secolo, schierandolo apertamente a fianco di Ezzelino da Romano con la fazione imperiale contro il papato e subendone poi le sorti.

Come previsto dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 03.06.1956 lo stemma del Comune di Marano Vicentino è così composto: "Di argento alla capra di nero pezzata del primo, rivoltata e rampante ad un albero fogliato di verde, nodrito su campagna dello stesso. Ornamenti esteriori da Comune".
Per quanto riguarda la storia dello stemma la si può far risalire alla Famiglia dei Conti Capra. La famiglia Capra possedeva, già molto tempo prima del 1300, quale feudo, tutto il territorio ora compreso nel Comune di Marano Vicentino ed oltre. Nel 1400 fece scavare l'alveo della "Roggia" per l'irrigazione dei campi, cosa di non poca importanza, che contribuì a sviluppare l'agricoltura e parecchie industrie. Il suo stemma era una capra, che è appunto quello adottato parecchi secoli fa dal Comune di Marano. Esistono tuttora edifici fatti costruire dai Conti Capra.